Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Cos’è la sindrome di Osgood-Schlatter?

La malattia di Osgood-Schlatter, indicata anche come sindrome o morbo di Osgood-Schlatter o come apofisite tibiale anteriore, è una forma di osteocondrosi dell’apofisi tibiale anteriore, una patologia assolutamente benigna che può presentarsi anche in forma bilaterale e che colpisce principalmente i ragazzi giovani di età compresa tra i 10 ed i 16 anni che praticano molta attività sportiva. Chiariamo il significato dei termini utilizzati:

  • l’osteocondrosi è un processo di tipo degenerativo a carico delle ossa;
  • l’apofisi tibiale anteriore è la tuberosità della tibia che si trova proprio sotto al ginocchio dove si inserisce il tendine rotuleo, la struttura che connette rotula e tibia.

Cause

In primis va detto che l’insorgenza della malattia può essere dovuta a una predisposizione ereditaria e che sono principalmente i ragazzi giovani che praticano sport a soffrirne. Questo perché nei giovanissimi il processo di ossificazione della tuberosità tibiale non è ancora completo e l’attività fisica eccessiva(soprattutto il calcio e gli sport in cui sono previsti salti e continui cambi di direzione) sottopone la zona di inserzione del tendine rotuleo ad uno stress meccanico che non è ancora in grado di sostenere completamente.

In sostanza, succede questo: quando il muscolo quadricipite si contrae, il tendine rotuleo va in trazione nel punto della sua inserzione tibiale. Un meccanismo che, ripetendosi più e più volte, porta a uno spostamento dell’apofisi tibiale. Questa tenderà quindi ad ossificarsi fuori dalla sua sede naturale causando la comparsa della protuberanza che può essere clinicamente palpabile proprio al di sotto del ginocchio.

Un’altra possibile causa può essere uno squilibrio tra la crescita scheletrica e quella dell’apparato muscolare e legamentoso.

Sintomi

La sintomatologia è facilmente rilevabile e comprende:

  • la comparsa di una protuberanza appena sotto il ginocchio clinicamente palpabile, come precedentemente enunciato;

  • dolore al ginocchio che aumenta dopo l’attività fisica;

  • tumefazione e sensazione di calore al ginocchio.

Diagnosi

La diagnosi può essere effettuata già attraverso la visita clinica dello specialista. Infatti attraverso la palpazione del ginocchio l’ortopedico rileverà oltre all’evidente prominenza, la presenza di tumefazione e dolore alla pressione, in particolare durante i movimenti di estensione e di flessione del ginocchio, soprattutto nel salire le scale. L’esame strumentale che permette l’accertamento è rappresentato da una semplice e rapida radiografia (RX) del ginocchio con lo scopo di confermare la presenza della frammentazione dell’apofisi tibiale, causa della classica sporgenza ossea sotto la rotula che caratterizza questa sindrome. La Risonanza magnetica non è fondamentale nella diagnosi di Osgood-Schlatter ma può fornire preziose informazioni nel caso coesistano altre patologie articolari del ginocchio.

 

Via Gabelletta 147, Terni

Lun–Sab: 7:00 – 21:00 Domenica: Chiuso

Condividi questo post con i tuoi amici

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin